LITANIE RIPARATRICI

 

Divin Salvatore Gesù, degnati di abbassare uno sguardo di misericordia su noi, tuoi fedeli, che riuniti in un medesimo sentimento di fede, di amore e di ri­parazione, veniamo ai tuoi piedi per chiedere perdono dei nostri peccati e delle nostre infedeltà.

Ti domandiamo misericordia anche per i pecca­tori nostri fratelli, per il mondo infelice e colpevole e per tutti quelli che non hanno la fortuna di amarti.

 

 

 

 

  Per noi e per tutti ti supplichiamo:                                                                      Perdonaci, o Signore.

 

Della dimenticanza e dell'ingratitudine degli uomini,                                                             “

Delle bestemmie che si lanciano contro di Te,

Dei sacrilegi con cui si profana il tuo Sacramento di amore,

Dei tradimenti di cui Tu sei l'adorabile vittima,

Delle ingiustizie che si commettono verso i poveri e gli umili,

Delle oppressioni dei nostri fratelli e dell'uccisione di tanti innocenti,

Delle persecuzioni verso i tuoi discepoli,

Degli scandali e della corruzione che rovinano tanti fanciulli,

Delle infedeltà di coloro che si dicono tuoi amici,

Della nostra tiepidezza nel tuo servizio,

Della nostra resistenza alla tua grazia,

Della nostra insensibilità verso coloro che soffrono,

Della nostra indifferenza per la diffusione del tuo Vangelo,

 

Vieni in aiuto alla nostra debolezza, o Signore Gesù, con la forza della tua grazia, perché possiamo evitare d'ora in poi tutto ciò che ti dispiace e corrispondiamo con generoso impegno al tuo amore.

Tu che sei Dio, e vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen.

 

OFFERTA QUOTIDIANA AL SACRO CUORE

Cuore Divino di Gesù, io ti offro, per mezzo del Cuore Immacolato di Maria, in unione al sacrificio eucaristico, le preghiere e le azioni, le gioie e le sofferenze di questo giorno, in riparazione dei peccati e per la salvezza di tutti gli uomini, nella grazia dello Spirito Santo, a gloria del Divin Padre.

Te le offro in particolare secondo le intenzioni del Papa e per il bene della Santa Chiesa.

 

NELLA MALATTIA

O Cuore di Gesù, che hai tanto amato e beneficato i malati incontrati nella tua vita terrena, ascolta la mia preghiera.

Rivolgi su di noi il tuo sguardo di bontà e ti commuova la mia sofferenza: “Se vuoi, puoi guarirmi”. Te lo ripetiamo pieni di fiducia, e allo stesso tempo ti diciamo: “Sia fatta la tua Volontà”.

Ti offriamo le sofferenze del corpo e dello spirito, in espiazione dei nostri peccati. Le uniamo alle tue sofferenze, perché diventino fonte di santificazione e di vita. Donaci la forza sufficiente per non smarrirci nel buio dello sconforto e fa che sentiamo continua la tua Presenza nella nostra vita.

 

ATTO DI OBLAZIONE

Eccomi pronto, o Gesù mio, mite e dolce Agnello divino, perennemente immolato sui nostri altari per la salvezza degli uomini, io voglio unirmi a Te, soffrire con Te, immolarmi con Te.

A questo fine ti offro tutte le pene, le amarezze, le umiliazioni e le croci di cui è piena la mia vita. Te le offro secondo tutte le intenzioni per cui il tuo Cuore Dolcissimo offre e immola Sé stesso.  Possa il mio modesto sacrificio ottenere le tue Benedizioni per la Chiesa, per il sacerdozio, per i poveri peccatori, per la società. E Tu, o caro Gesù, degnati di accettarlo dalle mani di Maria Santissima, in unione con il suo Cuore Immacolato. Amen.

 

FORNACE ARDENTE D’AMORE

O Cuore Sacratissimo di Gesù, fornace ardente d’amore per il Padre Divino, dona ai nostri cuori una parte del tuo Amore. Concedi anche a noi di diventare apostoli del Regno di Dio affinchè, incuranti del rispetto umano, difendiamo la legge del Creatore.

Concedici infine di operare per la gloria del Padre, con la parola e con l’esempio, per riparare le molte offese a Dio. Amen.

 

L’UNICO CUORE DEL MONDO

Cuore coronato di spine, rianima i nostri spiriti sopraffatti dall’aggressione dei sensi, e sul materialismo che ci imprigiona, riapri la visione del Paradiso, col desiderio trasfigurante della Comunione dei Santi.

Sii Tu l’unico Cuore del mondo, affinchè tutti apprendiamo, nel tuo unico Amore a riamarci.

Donaci una mano, quella mano forata da un chiodo e crocifiggici con Te, perché, ucciso l’uomo vecchio, possiamo nascere con Te a vita nuova, quella vita di santità che è vero anticipo della gioia del cielo.

Fa rifiorire all’orizzonte un filo di serenità.

Risorgi presto nel cuore di tutti, e sopra le piaghe inaridite del terrore,torna, o Crocifisso, a far rifiorire l’Amore.

Amen