Traduci - Translate

Cerca nel sito...

Chi è on line

Abbiamo 955 visitatori e nessun utente online

L'INDULGENZA PARZIALE E PLENARIA

 

L'INDULGENZA PARZIALE

L'indulgenza parziale si può acquistare più volte nello stesso giorno.

 In questo tipo di indulgenza la quantità di remissione della pena dovuta per il peccato è proporzionale al fervore e al distacco dal male che il fedele possiede. Speciale menzione meritano quattro concessioni di indulgenza parziale:

1. Al fedele che, nel compiere i propri doveri e nel sopportare le avversità della vita, innalza l'anima a Dio, aggiungendo, anche solo mentalmente una pia invocazione (per esempio: "Padre", "Sia fatta la tua volontà", "Sangue di Cristo, salvami", "Dio mio", ecc.).

2. Al fedele che, con spirito di fede e con animo misericordioso, pone al servizio di chi si trova in necessità materiale e spirituale i propri beni, la propria opera, le proprie doti di spirito.

3. Al fedele che, in spirito di penitenza, si priva spontaneamente di qualche cosa lecita e piacevole, la cui rinunzia comporta un sacrificio personale.

 

 

L’INDULGENZA PLENARIA

L'indulgenza plenaria si può acquistare una sola volta al giorno, per acquistarla, oltre l'esclusione di qualsiasi attaccamento al peccato, anche veniale, è necessario eseguire quanto richiesto (visita ad una chiesa o altro) ed adempiere a tre condizioni:

1. confessione sacramentale con assoluzione;

2. comunione eucaristica fatta nel corso della settimana precedente;

3. la preghiera secondo le intenzioni del Pontefice; generalmente consiste nella recita di un Padre nostro e di un'Ave Maria. Il fedele è però libero di sostituire a queste due altre orazioni da lui preferite.

 

Speciale menzione meritano alcune speciali concessioni di indulgenza plenaria (sempre tenendo presente che se ne può usufruire una sola volta al giorno:

1. adorazione del SS. Sacramento per almeno mezz'ora;

2. pia lettura della Sacra Bibbia per almeno mezz'ora;

3. pio esercizio della Via Crucis;

4. recita del Rosario mariano in una chiesa o pubblico oratorio, oppure in famiglia o in una Comunità religiosa o in pia Associazione;

5. la visita ad una chiesa nella festa della Porziuncola (2 agosto) e nella commemorazione dei defunti (2 novembre), con la recita di un Padre nostro e di un Credo;

6. in articolo mortis (nel momento della morte) per chi invoca il santissimo nome di Gesù e di Maria e accetta la volontà del Padre celeste.